Bagno. Monte Argentario, Toscana. 2015, foto di Xavier Béjot | maii-interiors.com
Terrazza. Monte Argentario, Toscana 2015, foto di Xavier Béjot | maii-interiors.com
Terrazza. Monte Argentario, Toscana 2015, foto di Xavier Béjot | maii-interiors.com
Terrazza con tavolino. Monte Argentario, Toscana 2015, foto di Xavier Béjot | maii-interiors.com
Terrazza con piante. Monte Argentario, Toscana 2015, foto di Xavier Béjot | maii-interiors.com
Finestra. Monte Argentario, Toscana 2015, foto di Xavier Béjot | maii-interiors.com
Divano. Monte Argentario, Toscana 2015, foto di Xavier Béjot | maii-interiors.com
Salone. Monte Argentario, Toscana 2015, foto di Xavier Béjot | maii-interiors.com
Cucina. Monte Argentario, Toscana 2015, foto di Xavier Béjot | maii-interiors.com
Dettaglio veranda. Monte Argentario, Toscana 2015, foto di Xavier Béjot | maii-interiors.com
Dettaglio balcone. Monte Argentario, Toscana 2015, foto di Xavier Béjot | maii-interiors.com
Muretto. Monte Argentario, Toscana. 2015, foto di Xavier Béjot | maii-interiors.com
Cameretta bambini. Monte Argentario, Toscana. 2015, foto di Xavier Béjot | maii-interiors.com
 
 
 LUOGO: Monte Argentario, Toscana
 
ANNO: 2015
 
SUPERFICIE: 185 mq
 
FOTOGRAFO: Xavier Béjot

DESCRIZIONE:

L’intervento domina il Monte Argentario con un’opera di camouflage in perfetta sintonia con i terrazzamenti dell’architettura e della cultura di Porto Ercole. La casa è scavata nella roccia, la rigogliosa vegetazione che l’avvolge con le colorate buganville ritaglia ampie vetrate che affacciano sulla terrazza che guarda il golfo. Misurati richiami all’architettura navale animano giocosamente gli ambienti: reti parapetto nella stanza dei ragazzi, lanterne, il grande oblò con le cerchiature in ferro che incornicia il paesaggio. Dalle coste del Mediterraneo giungono alcuni arredi etnici, dall’entroterra toscano mobili artigianali della tradizione, recuperati con pazienza nei mercatini locali. In ferro battuto, lavorato elegantemente degli artigiani, vengono realizzate le spalliere del letto che disegnano le luminose pareti. Unici contrappunti cromatici, rispetto al calore della pietra e del cotto toscano, sono gli accenti di colore blu del velluto del divano e rosso acceso delle panche esterne.